Dalla scrittura da buttare a quella perfetta e senza errori

Nella realtà spesso accade che chi vende di più non sia il migliore scrittore in circolazione ma il più chiaro.

Ho già scritto sul come migliorare la vostra scrittura poco tempo fa.

Quando cominci a scrivere sul serio i dubbi sono più o meno sempre gli stessi:

  • Cosa dovrei smettere di fare (aka, cosa non funziona?)
  • Cosa posso migliorare?
  • Cosa mi piacerebbe aggiungere o cambiare alla mia routine di scrittore?

Avrai già capito di cosa parlo con queste domande.

Per essere più efficiente e migliorare i tempi di scrittura devi ottimizzare le tue abitudini e i tuoi obiettivi.

Se le tue sessioni di scrittura ti sembrano improduttive, tranquillo, è normale, ci siamo passati tutti. Ci sono, però, alcune cose che mi sento di suggerirti per aiutarti a scrivere con più facilità.

Spesso leggi testi di ottima qualità e non ti fermi a pensare a tutte le versioni e le correzioni che l’autore ha dovuto fare prima. Ti sembra che il contenuto sia stato creato senza sforzo.

Immaginate che un autore apra WordPress, clicchi su “aggiungi articolo” e già con la prima bozza ha la versione definitiva. Sarebbe bello, prima stesura e pronti per la pubblicazione. Se fosse solo così semplice… !

Quindi, oggi voglio evidenziare ciò che accade davvero durante la scrittura, specialmente la natura assurda della maggior parte delle bozze.

La prima versione di un articolo in genere deve solo tradurre un’idea in alcune parole e frasi.

Ecco un esempio di una delle mie bozza super disordinate.

bozze-scritte


La mia calligrafia è sciatta e incomprensibile quasi a tutti. Non esiste un gran senso logico. Si tratta di un gruppo di idee messe insieme per iniziare a creare i miei contenuti. Alla fine le mie bozze si trasformano in post per il blog o in documenti da inviare ai miei clienti.

Se guardi da vicino l’immagine sopra (per favore non farlo, eheheh!), vedi che ho addirittura eliminato intere pagine. Insomma delle “brutte copie” cestinate. Pasticciare con le frasi, le parole e i concetti è essenziale prima di arrivare al testo definitivo.

La tua versione delle bozze è sicuramente diversa. Magari è un elenco puntato o una raccolta di note attraverso l’uso delle App. Indipendentemente dal formato, iniziare con la brutta copia aiuta ad alleggerire la tensione da “pagina bianca”.

Dai un’occhiata a questi tre punti, ti consiglio di tenerli a mente quando scrivi:

1.Scrivi cosa è facile per te

scrittura-creativa

Se stai cercando di raggiungere la qualità di un altro autore quando scrivi la tua prima bozza, rimarrai sicuramente deluso e frustrato.

Incomincia, invece, a scrivere ciò che ti sembra più facile, anche se le idee non sono completamente chiare.

Quando non sono abbastanza sicura di ciò che voglio dire, annotare qualcosa mi aiuta a rilassarmi.

Una mia tattica è quella di scrivere una parola “a caso” più e più volte sul monitor o carta. Alla fine mi stanco di guardare quella parola ripetuta senza senso e incomincio a scrivere quello che davvero voglio.

Puoi anche scrivere i testi di una canzone che ami o inventare una frase divertente. Queste tattiche danno inizio al tuo processo mentale e ti portano verso il tuo viaggio creativo.

2. Pianifica il tuo tempo di scrittura

tempo-scrittura

Adesso ti comunico una triste realtà: puoi permetterti di “scrivere di quello che vuoi e che ti è più facile” in serenità solo quando non hai una scadenza ravvicinata.

Se non ti hai abbastanza tempo, invece, sentirai subito la pressione di scrivere le parole più eloquenti che ti vengono in mente.

Tutti gli scrittori, anche quelli più prolifici, sanno che gli aggettivi “decente”, “accettabile” o “abbastanza buono” spesso precedono le versioni “ottime”, “buonissime” del loro contenuto. C’è bisogno di tempo per arrivare alla stesura definitiva, quella migliore.

3.Accetta errori ridicoli

errori-scrittura
Ho sempre trovato divertente gli errori di scrittura dei nomi da parte dei baristi di Starbucks

Sì, questa parte potrebbe davvero farti storcere il naso ma… Corro il rischio. Tutti facciamo errori grossolani come questi mentre scriviamo:

  • Errori enormi e piccoli di battitura
  • Frasi imbarazzanti
  • Grammatica impropria
  • Errori di spelling
  • Punteggiatura confusa

Quindi non preoccuparti se ti capita scrivi qualcosa come “Tute le case annno lallarme“, l’imortante è rileggere a distanza di tempo – io mi do da 4 ore a un giorno – e correggerli!

Please follow and like us: