Come migliorare la tua scrittura

Smetti di preoccuparti. Per migliorare la tua scrittura devi rileggere, modificare e seguire la tua ispirazione.

 

Ascolta il tuo contenuto rileggendolo ad alta voce.

Utilizza un linguaggio “attivo”, diretto e attuale: parla come i tuoi utenti discutono, scrivono ed interagiscono con il mondo che li circonda.

Cerca di essere il più pratico possibile e non aver paura di usare un parole semplici.

La buona notizia: siamo tutti persone straordinarie con dei talenti speciali e con delle storie interessanti da raccontare e condividere. Tutti abbiamo un potenziale esplosivo… Bisogna impegnarsi e raggiungerlo.

La cattiva notizie: molti hanno bisogno di aiuto per scrivere. Che tu stia battendo una nota di lavoro, un romanzo o un’email a tuo cugino, le parole [spesso] non escono mai come pianificate. Tutto ciò, si capisce, è frustrante. Ti fa venir voglia di lanciare dalla finestra il computer e mollare tutto! Arrivi al punto di pensare che “non ne vale la pena di insistere”

Non farlo, invece, perderesti un’occasione importante nella tua vita.

Questo è un percorso adatto a tutti, può aiutare a scrivere meglio e con meno ansia da pagina bianca.

Ogni volta che inizi a scrivere qualcosa potrai ripensare a questi accorgimenti che ti sto per elencare. È anche un modo per ampliare il tuo vocabolario.

1. Smettila di preoccuparti. La prima bozza è cattiva per tutti

Questo vale per i bambini di 6 anni fino ad arrivare ai premi Nobel. Non c’è bisogno di avere paura di scrivere male perché è inevitabile. La chiave è ottenere la prima bozza in modo da poter iniziare a modificarla.  Modificare significa differenziarsi. La prima e la seconda revisione possono trasformare un cattivo contenuto in un testo decente. La tua terza e quarta (ma anche la trentesima) modifica può trasformare una scrittura decente in una testo eccezionale.

L’editing richiede meno tempo di quanto pensi, non hai bisogno di un master di millanta euro per farlo. Sarai sorpreso di quanto tu possa migliorare la tua scrittura ogni volta che rileggi  quanto hai scritto.

2. Leggere

È una semplice equazione: i buoni scrittori vengono letti molto e piacevolmente. La lettura rinforza gli aspetti tecnici della scrittura, accresce il tuo vocabolario e, se ti sfidi, ti costringe a prendere in considerazione nuove idee. Leggere i migliori quotidiani e riviste è il punto di partenza migliore. Gli articoli di un giornale di qualità sono chiari, concisi ed accattivanti. Ancora oggi i copy desk operano nell’ipotesi che abbiano solo 30 parole per “acciuffare” una notizia.

leggere

Suggerimento per professionisti: impara a scrivere un titolo e un sottotitolo d’impatto…  Scoprirai che, poi, le parole verranno da sole!

3. Modifica spietata

Quante parole puoi tagliare dalla prima bozza e mantenerne ancora il senso? Più di quanto pensi. Ho anche revisionato questo post un bel po’ di volte e probabilmente troverò ancora degli errori dopo la sua pubblicazione. Il punto è che non sarai mai perfetto – quante volte si dice che la perfezione non esiste?! – ma puoi migliorarti sempre di più.  Il tuo editing deve essere diligente e spietato.

revisione-testo

Suggerimento per professionisti: se ancora non sai da dove iniziare, concentrati sulla creazione di frasi più brevi per accelerare il ritmo e migliorare la chiarezza

Scrivere con la mente sgombra, un po’ come la tua scrivania: è meglio non avere troppo disordine intorno.

4. Riscrivi

Sei davvero convinto di quanto hai scritto? No!  Quindi riscrivilo. La scrittura lineare spesso segue i ritmi della conversazione verbale. Rifletti su ciò che diresti ad alta voce in una situazione particolare nel miglior modo possibile.

5. Smetti di scrivere passivamente

È possibile eliminare un sacco di frustrazione con questi consigli. Prima di tutto elimina la noia e tono opaco.

Come intervenire:

  • Scrivi e leggi simultaneamente il tuo testo, ciò ti permette di individuare gli errori di concetto, i nonsense e le varie stonature.
  • Accorcia le frasi, così eviti ai tuoi lettori la noia di tornare indietro per capire quanto hai scritto. Spesso le persone scrivono passivamente  e usano periodi lunghi per cercare di ricreare scene dettagliate e vivide.  È una grande aspirazione ma, di solito, si traduce in una serie di frasi impenetrabili che confondono il lettore (che successivamente abbandona la lettura).

6. Scrivi informale

 Sono sempre sorpresa da quanto le persone, anche nelle e-mail, nei post e nei blog, siano eccessivamente formali. Questo perché sin dalle elementari ci hanno inculcato il culto della gerarchia. No, non ti sto dicendo di scrivere come se parlassi al bar con il tuo migliore amico!  Adotta un tono da conversazione quotidianaI tuoi testi devono leggersi facilmente ed essere, allo stesso tempo, interessanti e originali.

7. Ripeti

La vita quotidiana ha un suo ritmo e le sue leggi… La scrittura, semplicemente, è altra cosa. Ripeti ad alta voce, a bassa voce e anche a ritmo… Più lo fai e migliori risultati otterrai.

Bene, ora che sei arrivato qui, ripeti. Torna al passaggio numero 1.

Please follow and like us: